Sicilia agosto 2018

Amo molto la Sicilia e ci torno sempre volentieri.
In agosto, dovendo fare un paio di conferenze, ho avuto la possibilità di tornare a Modica, a Roccalumera e a Taormina.

Modica


Mancavo da Modica da ben 18 anni. C'ero stato nel novembre del 2000 in occasione dell'inaugurazione della Stanza della poesia e vi avevo tenuto una conferenza su Quasimodo.
Quasimodo è nato a Modica e, quest'anno, per celebrare il 117° anniversario della nascita sono stato invitato a tenere una conferenza all'interno della casa che lo vide nascere, ora diventata un suggestivo museo in cui ho trascorso molto tempo, anche perché mi sono sentito subito a mio agio in compagnia di chi lo gestisce.
Ho approfittato dell'occasione per visitare la città con maggior calma rispetto a quando c'ero stato la prima volta.


Ho visitato il Duomo di San Giorgio per ben due volte e devo dire che l'impressione è stata assai positiva entrambe le volte: si tratta di un'opera architettonica straordinaria, degna rappresentante del famoso barocco siciliano.
Ho anche visto il Duomo di San Pietro e la piccola chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore.
E, a proposito di Quasimodo, non poteva mancare la visita al Palazzo della Cultura dove è conservata la quadreria del poeta ed è stata trasferita la Stanza della poesia.

Roccalumera


A Roccalumera ero stato la prima volta nel 2009 e la seconda l'anno scorso in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria ad Alessandro Quasimodo.
Di Roccalumera amo molto il lungomare e, non sembri eccessivo, mi sento come a casa nel Parco Letterario dedicato a Quasimodo e in famiglia quando sono in compagnia con le persone che lo gestiscono.

Taormina


Per la terza volta sono stato a Taormina.
La amo molto e mi ci sento bene in quanto è un luogo in cui l'archeologia e il presente si sposano felicemente e il lusso dei negozi del corso principale non diventa mai pacchiano.
Quest'anno ho scoperto la collezione di Pupi siciliani esposta all'interno dell'Ufficio turistisco.



Altre immagini del viaggio su Instagram.

Scrivi a Danilo Ruocco

Nome

Email *

Messaggio *