Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2020

Come cambia la mia presenza online da settembre

Immagine
Si sa: settembre, come gennaio, è un mese di ripartenza e buoni propositi.Durante la pausa estiva ho avuto modo di riflettere sul mio uso dei social e, più in generale, sulla mia presenza online e, piano piano, è maturata in me la decisione di cambiare alcune cose.Il mutamento partirà dal primo settembre e fino al 31 dicembre sarò in fase “beta”.Poi dal primo gennaio 2021 si vedrà!
Ecco qualche cambiamento:
Instagram: ho intenzione di usarlo molto di più, sia seguendo più account e sia pubblicando di più. La maggior parte delle nuove foto, però, a differenza di quanto ho fatto finora, resteranno su Instagram e non saranno condivise su Facebook.YouTube: voglio rendere il mio canale più “mosso”. Non so ancora bene come. Si accettano suggerimenti.Telegram: progressivamente la chat @daniloruocco sostituirà Whatsapp (che sto pensando, addirittura, di chiudere) e il canale @ruoccolive sarà sempre più centrale nel mio essere online.Twitter: riprenderà centralità a scapito del tempo che passo s…

L’amico americano | AMLETO

Immagine
In questi ultimi giorni di vacanza ho letto “L’amico americano” di Patricia Highsmith che è il terzo romanzo della serie dedicata a Tom Ripley.In esso appare un sentimento finora inedito per Tom: il rimorso di coscienza.
Nel pomeriggio di oggi ne ho scritto su AMLETO.

Eva e i suoi due padri | PAROLE GLBT

Sei come sei di Melania G. Mazzucco è un gran bel romanzo che ho finito di leggere ieri e di cui ho scritto questa mattina in Parole GLBT.Un libro che, purtroppo, per quanto riguarda l’inadeguatezza della legislazione italiana in materia di adozioni è ancora di stretta attualità.

I processi a Oscar Wilde

Immagine
In questi giorni ho letto due volumetti che ricostruiscono famosi processi. Il primo riguardava il processo a Gesù, mentre il secondo quello a Oscar Wilde. Del secondo ne ho scritto su Parole GLBT.

La bibbia del Decadentismo | AMLETO

Immagine
Controcorrente di Joris-Karl Huysmans è generalmente definito “la bibbia” del Decadentismo.Io, nel mio percorso di studi, ho incrociato il romanzo decine di volte, ma, lo ammetto, non lo avevo mai letto e non so bene neppure io perché.In questi ultimi giorni ho colmato la lacuna e ho scritto cosa penso del libro su AMLETO.