Post

Caso Orlandi | Il Vaticano smentisce, ma è attendibile?

Immagine
Quando scomparve, il 22 giugno 1983, Emanuela Orlandi aveva 15 anni, essendo nata il 14 gennaio 1968. La sua sparizione mi colpì particolarmente, forse perché era una mia coetanea (io sono nato un anno dopo). Il caso si è via via complicato e le ipotesi per spiegare la scomparsa della ragazza sono state molteplici, alcune che mi paiono un po’ inverosimili, altre che mi turbano proprio per la loro verosimiglianza.
Oggi Emiliano Fittipaldi ha reso noto di essere in possesso di un documento che getterebbe ombre preoccupanti sulla vicenda per il ruolo avuto negli anni dal Vaticano.  Il titolo stesso del documento è decisamente inquietante: Resoconto sommario delle spese sostenute dallo stato città del vaticano per le attività relative alla cittadina emanuela orlandi (roma 14 gennaio 1968). (1) Il documento in questione, che pare essere stato redatto dal cardinale Lorenzo Antonetti nel 1998 e da questi inviato ai monsignori Giovanni Battista Re e Jean-Louis Tauran, altro non sarebbe che una «si…

Come uno sposo

Immagine
Effimera la fama
del tuo nome,
nulla la mia.

Ci ritroviamo a
ogni luna nuova
lontano dallo sguardo
di tua moglie.

Ti sfilo le mutande
ed entro in te
senza barriere
come uno sposo.
_______________
Leggi tutto il Romanzetto

Torna l'incubo nucleare

Immagine
Torna l’incubo della guerra nucleare. Un pericolo che non avvertivo così concretamente da quando ero adolescente e la Guerra Fredda tra il blocco sovietico e quello dei paesi occidentali provocava scintille che non si potevano ignorare.
Oggi le mie paure sono alimentate dal fatto che i due maggiori “duellanti” in campo sono persone alle quali personalmente non affiderei la custodia di 5 dei miei euro, figuriamoci concedergli di governare una nazione! Due persone, il giovane Kim Jong-un (a capo della Corea del Nord) e il vecchio Donald Trump (a capo degli Stati Uniti), che vedrei meglio come sfidanti di un quiz televisivo, piuttosto che con in mano i codici dei missili con testata nucleare.
I due leader, infatti, per il carattere che dimostrano di avere, non mi paiono le persone più adatte a gestire un conflitto, in quanto, invece di fare in modo che il conflitto stesso venga sanato, mi pare godano a soffiare sul fuoco. Danno l’impressione di comportarsi come quei bambini che si sfidano in …

Maschio e ballerina

Immagine
Alto e fisicato
avanza sicuro
e mi supera.
Lo seguo.

Mi tasta si piega
mi succhia. Lo apro
con un dito.

Mi alzo sulle punte
entro in lui.
Il movimento è
da maschio e la
posa da ballerina.

Il selfie di agosto

Immagine
Oggi è il mio ultimo giorno a Scalea. Tra un preparativo per la partenza e l'altro, ho scelto quello che considero il "selfie del mese". Devo dire che di foto pubblicate su Instagram ne avrei potute scegliere diverse, anche perché, tra Calabria e Sicilia, ho avuto molte occasioni di fare foto interessanti. Molte di queste fotografie, però, non sono affatto dei selfie... ma dei comunissimi vecchi scatti fatti grazie all'aiuto degli amici che hanno reso le mie vacanze spensierate e serene.


Sforbiciata estiva | #ruoccolive #selfie #Scalea Un post condiviso da Danilo Ruocco (@daniloruocco) in data: 4 Ago 2017 alle ore 11:03 PDT

Il selfie di luglio

Immagine
Con il "selfie del mese", realizzato in Calabria, auguro a tutti delle buone vacanze estive!
Ricordo che il mio account Instagram è @daniloruocco

Persona in spiaggia #3 | #ruoccolive #scalea Un post condiviso da Danilo Ruocco (@daniloruocco) in data: 15 Lug 2017 alle ore 02:55 PDT

Il mio robot porta il pannolone

Immagine
Il mio robot porta il pannolone. L’idea di metterglielo mi è venuta dopo che mi sono accorto delle macchie d’olio sul pavimento. L’ho subito portato a fare un controllo e il tecnico mi ha detto che si tratta di un modello obsoleto e che nulla si poteva fare per migliorare la situazione. Anzi, ha aggiunto, a mettere mani c’era il rischio di peggiorarla. Mentre tornavamo a casa (il robot ed io, intendo), il servizio clienti della ditta costruttrice del modello in mio possesso mi ha contattato per propormi un robot di ultima generazione. A smaltire l’esemplare fuori commercio avrebbero provveduto loro, dietro corrispettivo di una cifra irrisoria. Ho risposto che avrei valutato la proposta.
In realta, non ci ho proprio pensato. Lo so, sono uno stupido sentimentale, ma io, al mio vecchio robot, sono affezionato. In fondo abbiamo trascorso la vita assieme! Lo comprarono i miei genitori quando ero ancora adolescente e mi affidarono alle sue cure nei lunghi periodi durante i quali erano cost…

Il selfie di giugno

Immagine
Giugno è il mese dei Pride e delle bandiere rainbow. Si è rivelato più facile delle altre volte, quindi, scegliere il "selfie del mese", dato che, proprio pensando ai Pride, ne ho fatto uno con tanto di arcobaleno che mi decora lo sguardo.
Per vedere gli altri miei scatti del mese o tutti quelli che ho pubblicato e i prossimi che farò, seguimi su Instagram.

Persona e arcobaleno | #pride #lgbt_it #ruoccolive #rainbow #selfie Un post condiviso da Danilo Ruocco (@daniloruocco) in data: 16 Giu 2017 alle ore 01:49 PDT

Ho il cuore infranto

Immagine
Mi chiamo Black Vieniqui e sono l’unica persona della mia famiglia che corre a quattro zampe. Infatti, sia Nicola, sia Andrea usano solo due zampe e anche il piccolo Pietro che fino a poco tempo fa procedeva utilizzando tutti e quattro gli arti, ora si sposta muovendone solo due. Una scelta infelice la sua: è diventato molto più lento di prima e ora barcolla vistosamente. Insomma, io sono quello più veloce della famiglia e loro lo sanno. Ma, velocità a parte, quello che ci unisce è l’enorme affetto che proviamo l’uno per l’altro.
_______________
Io e Sissy Seduta vogliamo un figlio. Un cucciolo tutto nostro da crescere con amore. Ce lo siamo detti subito, appena ci siamo conosciuti. Abbiamo giocato assieme, corso e ci siamo rotolati nell’erba giurandoci amore eterno. Anche se mi ha confidato di non essere nel periodo fertile, l’ho coperta ugualmente due o tre volte, perché so il fatto mio.
_______________
Tornato a casa mi sono messo in un angolo e ho pianto come mai prima. Nicola e …

Mi sei mancato

Immagine
I nostri corpi sudano
sul letto sfatto.
La penombra
ci divide piano.

Lei è al mare
con il bambino.
Tu hai voglie
arretrate.

Il temporale 
rende la notte
più notte.
Il fresco
ci ricarica.

Mi sei mancato.
Lo ammetto.

_______________
Leggi tutto il Romanzetto