Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2006

La difesa dei binari

Immagine
Un cartello leggibile lungo i binari della Stazione Centrale di Milano...

Prodotti artefatti

Credo che in Italia non si riesca a realizzare un buon prodotto editoriale, in quanto si è succubi degli inserzionisti pubblicitari. Se si guarda con un occhio smaliziato alle pubblicazioni periodiche edite in Italia, infatti, si ha la netta sensazione di trovarsi di fronte a prodotti artefatti, se non addirittura falsi e privi di autentici contenuti.  Mi riferisco a riviste che mancano di una precisa identità culturale ed editoriale, assemblate, molto probabilmente, sotto l’occhio attento (ma strabico) dei pubblicitari, i quali badano solo che la loro inserzione sia ben impaginata. Mi chiedo, però, fino a che punto non si riesca a capire il fatto che un prodotto senza identità, senza spessore, è un prodotto destinato inevitabilmente a perdere lettori.  Non sarebbe più lungimirante (oltre che onesto) dedicarsi alla creazione di una rivista che voglia comunicare con i propri lettori, piuttosto che confezionare cataloghi commerciali mascherati da riviste?

Regali

Questa mattina ho fatto dei regali e... mi sono fatto un regalo. Ma, soprattutto - assolutamente inaspettato - ho ricevuto un bellissimo regalo che davvero non mi aspettavo e da chi non mi aspettavo: mi è stato regalato un portafoglio di pelle da una negoziante di cui sono cliente assiduo. Una persona con cui mi capita di parlare da vero amico.  Nel ricevere il regalo mi sono commosso: ovviamente è la dimostrazione d'affetto che ho ricevuto ad avermi commosso. Dimostrazione d'affetto attuata attraverso la concretezza di un oggetto donatomi da chi da quell'oggetto, di solito, ne ricava un guadagno vendendolo. L'affetto ricevuto è un bellissimo regalo. Forse il più bello.

Sbattuti sul tavolo…

Immagine
Oggi ho partecipato come delegato alla prima giornata di lavori del congresso europeo Empower06 . Prendo parte al gruppo di lavoro dedicato alla comunicazione via Internet, nel quale, per proiettare due slide, sono serviti ben 3 computer! Un inutile, quanto ridicolo, sfoggio di tecnologia…

Candide ammissioni biografiche

Questo pomeriggio mi è stato chiesto di fornire una mia biografia in 15 righe. Ho candidamente ammesso di non avere una biografia lunga addirittura 15 righe e ne ho mandata una che appena arriva a 6 righe.