Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2018

Basta con le videoseghe dei politici in TV

Sono convinto che l’informazione sia uno dei pilastri su cui regge la democrazia. Per essere un pilastro solido, però, non deve essere sottomessa al potere politico, ma ne deve essere un pungolo.
Chi si occupa di informazione politica, dovrebbe sempre evitare di farsi megafono delle dichiarazioni dei politici, magari reggendo il microfono mentre questi recitano il loro comunicato di rito. Dovrebbero, invece, fare domande ficcanti e, possibilmente, scomode e dovrebbero sempre verificare le affermazioni dei politici prima di riportarle ai propri spettatori. E se i politici non rispondono alle domande scomode che sono state loro rivolte da giornalisti con la schiena dritta, la notizia sarà, ovviamente, che il politico si è rifiutato di rispondere.
In altre parole, i politici non dovrebbero più passare in video usando i mezzi di comunicazione come se ne fossero i padroni. I loro proclami non dovrebbero essere trasmessi come se si trattasse della parola di dio.
Per tali ragioni, quindi, non si do…

Fino al risveglio

Nella nostra stanza
entrano i suoni familiari
del piccolo porto
adagiato nell'insenatura.

La Luna ci accarezza i corpi 
e io vorrei tuffarmi 
nei tuoi sogni colorati e 
nuotare con te fino al risveglio.

Giovanni XXIII torna a Bergamo

Oggi ho avuto l’onore di partecipare “alla cerimonia di accoglienza delle venerate spoglie del Santo Papa Giovanni XXIII” a Bergamo.
È stata una manifestazione assai sobria che si è svolta in Piazza Vittorio Veneto (il cuore di Bergamo Bassa), durante la quale le spoglie del Santo bergamasco sono state accolte con un saluto-ringraziamento da S.E. il Vescovo Francesco Beschi, dalla Prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi e dal Sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Erano anche presenti personalità cittadine come, ad esempio, l’on. Elena Carnevali, il vicesindaco Sergio Gandi, l’assessore Giacomo Angeloni e il Rettore dell’Università Remo Morzenti Pellegrini.
Vedere il corpo imbalsamato del Santo Papa chiuso in una teca di cristallo trasportata sotto il sole cocente da un’autovettura qualunque mi ha dato sensazioni contrastanti:  sicuramente c’era la consapevolezza di prendere parte da una posizione privilegiata (quella riservata alle autorità cittadine) a un evento difficilmente ripetibile.Poi…

Al Bergamo Pride | Parole GLBT

Dopo essere stato ai Pride di varie città, tra cui Milano, Roma e Torino, oggi ho potuto, finalmente, partecipare a un Pride nella mia Bergamo. Ne ho parlato su Parole GLBT.

Innamorato io?!?

Innamorato io?!? In che senso? No, dai, non scherziamo! Ma sì, dai, ci si incontra e ci si diverte! Punto! Ma certo che succede anche a me di lasciarmi andare! Ma sì, lo sai: non c'è bisogno di star qui a parlarne! Capita di andare su di giri e, allora, si dicono cose… Ma son parole così e mica ci si crede! Capirai! Se dovessi star dietro a tutti i ti amo che mi hanno detto o che ho detto io!
Ma, poi, perché sarei innamorato? Solo perché ti ho detto che mi fai stare bene? No che non mentivo!  Sì, ci credo e te lo ripeto: mi fai stare bene. E, sì, quando sto con te, mi sento un uomo migliore. Certo che ti penso! Ovvio che mi manchi, che domande! Dai, siamo seri: mica è amore questo!

Singoli

Il vento si schianta
contro le serrande
mentre la pioggia
esplode a ritmo regolare
sul tetto di lamiera dei negozi.

In questa notte senza futuro
i nostri corpi
cercano spasmi di felicità.

Domani torneremo
ai nostri solitari
risvegli notturni.