Voti per loro? Ecco cosa penso

La questione è davvero molto semplice: provo per Matteo Salvini e la formazione politica che guida un profondo senso di ripugnanza.
Mi fanno schifo, e sempre mi hanno fatto schifo, le loro posizioni politiche intolleranti e di difesa di quelli che loro considerano dei privilegi meritati.
E mi fanno schifo le persone che soffiano sul fuoco per ottenere il Potere.

La questione è un po’ più complicata, invece, per quel che riguarda Di Maio-Grillo-Casaleggio e il MoVimento 5 Stelle: mi fanno paura.
Ho paura delle persone che pensano di aver capito tutto e che vedono complotti ovunque.
Ho paura delle persone che mi danno l’idea di avere un concetto del tutto personale di cosa sia la Democrazia*. 
Ho paura di chi fa firmare documenti che considero palesemente in contrasto con la nostra Costituzione** e di chi quei documenti firma per andare al Potere (come hanno già fatto molti dei loro eletti e come faranno coloro che si presenteranno alle prossime elezioni).
Ho paura, infine, di chi dice di far parte di un movimento e non di un partito, ma sorvola sul fatto che firma accordi con una società privata per poter rappresentare quel movimento, come se la cosa fosse del tutto normale e priva di conseguenze!

Ecco, alle prossime elezioni politiche io sicuramente non voterò né la Lega Salvini premier, né il MoVimento 5 Stelle. Questo è poco, ma sicuro.

Mi interrogo, però, sul rapporto che potrò o dovrò avere con i loro elettori.
Davvero, mi chiedo, potrò sorvolare, sarò capace di sorvolare sul fatto che hanno votato per due formazioni politiche che considero pericolose?
Davvero potrò pensare di avere un dialogo costruttivo con quanti sanno che provo schifo profondo e paura per i rappresentanti a cui loro hanno dato il voto?

E chi si fa rappresentare da Salvini e Di Maio-Grillo-Casaleggio, oltre, probabilmente, a non avere più il mio rispetto, è sicuro di meritare ancora o volere ancora la mia amicizia?
Ovvero, se il privato è sempre politico, anche le scelte politiche influenzano i rapporti privati. Credo sia inevitabile e, tutto sommato, umano.

Dunque,  elettori di Salvini e Di Maio-Grillo-Casaleggio sappiate che, se per caso mi vedrete “freddo” con voi, la ragione starà tutta nelle vostre scelte elettorali (ammesso che io le conosca), starà tutta nel fatto che vi fate rappresentare da certi individui di cui, sicuramente, condividete le idee. 
Starà nel fatto che non sono riuscito a sorvolare...


_________________
* 5 anni fa scrivevo di ritenere Grillo una «persona profondamente antidemocratica». Sono rimasto della mia idea. Se ti va, leggi il mio post del marzo 2013 Perché non firmo gli appelli a Grillo 
** Considero in contrasto con la Costituzione della Repubblica italiana chiedere di firmare un documento che obblighi gli eletti a restare nel MoVimento 5 Stelle perché, molto semplicemente, la nostra Costituzione non prevede il vincolo di mandato per i parlamentari.

Scrivi a Danilo Ruocco

Nome

Email *

Messaggio *