Sembrava burbera, ma non lo era! Addio Signora Romagnoli!



Ho appreso solo pochi minuti fa della morte di Rina Traini in Romagnoli.
Una triste notizia che mi ha profondamente colpito.


Ho conosciuto la Signora (lo scrivo con la S maiuscola non a caso) Romagnoli anni fa, quando lavoravo per il Centro Servizi Bottega del Volontariato della provincia di Bergamo, di cui, per anni, è stata la vice-presidente.

Presidente ne era il Cav. Leonida Pozzi e con loro due ho avuto modo di lavorare per anni gomito a gomito, sempre con l’obiettivo di migliorare le competenze e le skills di coloro che operano nel mondo variegato e multiforme del volontariato bergamasco.


La Signora Romagnoli, sulle prime, poteva dare l’impressione di essere una donna burbera e - a tratti - scostante.

Non lo era affatto: era una donna piena di attenzioni verso gli altri e, per certi versi, tenera.

Ho sempre pensato che quel suo apparire burbera fosse una sorta di difesa, di schermo protettivo, per non mostrare agli estranei proprio la sua tenerezza da chioccia.


Mi restano di lei molti ricordi e uno di questi mi è particolarmente caro legato com’è alla malattia di mio nonno.


Addio cara Signora Romagnoli, fai buon viaggio!

Commenti

Post più visti del mese

Il mio vecchio professore di matematica

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Alan Bennett