Notion per Progettare, Gestire e Archiviare


Non sono un fanatico delle app all-in-one, anzi, di solito, tendo a diversificare.

Da quando uso Notion, però, ho via via dismesso alcune app che usavo da molto tempo e ho trasferito tutti i dati relativi in Notion (nella maggior parte dei casi, semplicemente, importandoli). 


Ad esempio, per anni ho usato una app specifica per gestire i miei database (Memento database) che nella sua versione gratuita aveva forti limitazioni, ma che utilizzavo perché mi consentiva di accedere ai dati sia da computer, sia da device Android.

La prima cosa che ho fatto quando ho aperto un account su Notion è stata proprio quella di trasferire gli archivi che avevo su Memento in Notion e di aggiungere a Notion anche vecchi database che non avevo mai portato in Memento.


Il tempo di ambientarmi per bene su Notion, scoprendone via via le enormi potenzialità, e ho dismesso anche la app che usavo per gestire i progetti (ossia Trello).

Anche in questo caso mi è bastato importare in Notion le bacheche di Trello e integrarle con le funzioni che mette a disposizioni Notion per avere un “pannello di comando” davvero efficiente con cui gestire tutti i progetti che mi vedono impegnato.

Bacheche e database riuniti nella stessa app mi consentono, ad esempio, di avere una visione di insieme più accurata di quanto non avessi prima.


Anche il modo di tenere traccia delle mie idee e dei memo è cambiato: prima partivo da Keep, mentre oggi apro una scheda direttamente in Notion.

Ciò, tra l’altro, mi dà l’opportunità di collegare tra loro le note o le note con schede di altri database o singole pagine

Il tutto con una semplicità davvero notevole!

E la facilità con cui le informazioni possono essere collegate e sincronizzate tra loro fa sì che difficilmente si perdono “pezzi” per strada.


Per il momento uso ancora Calendar (per gestire i miei impegni) e i Documenti di Google per scrivere, anche se potrei sostituirli molto agevolmente con Notion…

Chissà che ciò non avvenga in un futuro più o meno prossimo, soprattutto per quanto riguarda la gestione dell’agenda, in quanto l’estrema personalizzazione di Notion potrebbe rivelarsi vincente anche per la gestione degli appuntamenti.

Ma potrei anche integrare le due app…


Concludo ricordando che alcuni definiscono Notion Second brain e altri Life OS intendendo dire che Notion è l’app all-in-one “definitiva”, in quanto oltre a essere davvero versatile, è anche estremamente potente.


Io posso tranquillamente ammettere di essere Notion-addicted! 


👉 Altro su Notion

Commenti

Post più visti del mese

A lezione di libertà e di giornalismo libero

La strega che voleva essere amata

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici