Il Futuro dell’Umanità va deciso adesso



21 lezioni per il XXI secolo di Yuval Noah Harari edito in Italia da Bompiani è un libro importante, se non, addirittura, fondamentale per comprendere quali sfide epocali stanno coinvolgendo l’Umanità nel suo complesso.

Sfide che vanno governate, se non si vuole rischiare che l’Uomo, così come ora lo si conosce, non esista più.


La rivoluzione bio-tecnologica in atto e la crisi ecologica stanno mettendo in serio pericolo sia i corpi e le menti degli esseri umani, sia l’ecosistema in cui l’Uomo è sempre vissuto.

Se non si vuole che l’Umanità sia travolta da cambiamenti che può ancora controllare, è necessario prendere delle decisioni a livello globale e metterle immediatamente in atto.

Il tempo per procrastinare è terminato.


Le decisioni devono essere prese a livello globale e la governance affidata a una nuova politica (anch'essa di tipo globale), molto semplicemente perché non solo sono decisioni che riguardano l’Umanità nel suo complesso, ma anche perché le organizzazioni sociali e politiche così come le conosciamo hanno dimostrato di non essere adeguate.

Non si può affidare una governance di tale portata a organizzazioni statali nazionaliste o religiose più o meno fanatiche.

Serve collaborazione e consapevolezza da parte di ognuno.


Il pericolo, ripete Harari, è imminente e di portata mai vista prima nella Storia dell’Umanità: non solo l’ecosistema è in crisi e ciò può portare a stravolgimenti catastrofici; ma il corpo e la mente stessa degli uomini stanno per essere mutati e definitivamente controllati da multinazionali della tecnologia che nessuno ha esplicitamente delegato a decidere in merito.

L’Uomo sarà sempre più facilmente manipolato dagli algoritmi e in un mondo dominato da algoritmi e cyborg, gran parte degli appartenenti al genere umano rischia l’irrilevanza.


Stiamo dando troppi dati su noi stessi a multinazionali tecnologiche in grado di farne un uso sempre meno controllabile da parte nostra. 

Un uso che ci si ritorcerà contro, paradossalmente giustificato con il dire che è a nostro vantaggio!


Se non si vuole rischiare l’irrilevanza, avverte Harari, bisogna aprire gli occhi sulla complessità del reale e prendere le decisioni giuste.


Un saggio, quello di Harari, scritto in modo volutamente semplice e alla portata di tutti e di cui si consiglia l’immediata lettura.


21 lezioni per il XXI secolo è disponibile su Amazon.


Commenti

Post più visti del mese

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Tatiana Pavlova

La gestione del materiale