Come immagino la Fase 2


Elenco delle cose che vanno cambiate prima che venga trovato un vaccino contro il nuovo coronavirus

In questi ultimi giorni non si fa altro che parlare della “fase 2” e di come poterla organizzare, senza che, peraltro, venga mai detto quando essa possa divenire operativa.

Penso sia abbastanza normale, nel chiuso delle nostre case, immaginare come si possa svolgere tale “fase 2” e come essa possa influire sulla nostra vita quotidiana.

Temo - senza alcuna base scientifica - che prima di trovare un vaccino, o una cura certa, ci vorrà un certo numero di mesi (un paio d’anni come minimo). 
Forse sono particolarmente pessimista, ma sono stato adolescente negli anni dell’esplosione dell’AIDS e, ora che sono un uomo maturo, non ho ancora visto il vaccino contro l’HIV...

Per tale motivo ho provato a fare un mini-elenco di come la lotta al nuovo coronavirus potrà modificare le nostre abitudini e i nostri stili di vita.

  • Saluto: basta strette di mano, baci e abbracci ➡️ inchino alla orientale;
  • Uso delle mascherine e dei guanti così come si vede usualmente nei paesi asiatici;
  • Sanità: toglierne la gestione alle Regioni e tornare a un Sistema Sanitario Nazionale. Puntare decisamente alla sanità pubblica ➡️ revoca di tutte le convenzioni in essere con i privati (➡️ chi vuol farsi curare in una struttura privata paga di tasca propria);
  • Rivedere completamente la gestione degli spazi pubblici come gli uffici aperti al pubblico, le piazze o i parchi comunali;
  • Mezzi di trasporto pubblici | Ristoranti e bar | Teatri e cinema: distanziare i posti a sedere e non consentire viaggiatori o clienti in piedi;
  • Musei: ingresso a numero chiuso e con prenotazione obbligatoria;
  • Scuole dell’obbligo: mantenere le video-lezioni ➡️ un genitore a turno deve restare a casa con i figli;
  • Lavoro: incrementare lo smart working (il genitore che resta a casa con i figli può, in tal modo, lavorare da casa);
  • Reddito solidale da erogare a tutti coloro che non hanno più un lavoro;
  • Grande distribuzione: consegna a domicilio gratuita per tutti; 
  • Negozi di vicinato: accesso regolamentato;
  • Digitalizzazione totale dei servizi della Pubblica Amministrazione e distribuzione immediata a tutti i cittadini della Carta d’Identità Elettronica 3.0 (CIE);
  • Elezioni: passare al voto elettronico.

Commenti

Post popolari in questo blog

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Quando stavo per morire

Fontana e la mascherina