Due biglietti da Pontiggia


Mentre cercavo il materiale per preparare il post precedente sulla presentazione milanese del mio libro su Tatiana Pavlova, ho ritrovato due biglietti che lo scrittore Giuseppe Pontiggia mi aveva inviato e che credevo persi.

Ho avuto modo di conoscere Pontiggia quando, il 26 aprile 2001, ho presentato il suo Nati due volte alla Fiera del libro di Bergamo.

I due biglietti, inediti, mi hanno fatto tornare alla mente piacevoli ricordi. Per questo ho deciso di condividerli qui.


Il primo biglietto del 12 maggio 2001 dice:

Gentile Danilo Ruocco,
ho molto apprezzato il Suo pezzo sul mio romanzo. È  scritto con energia e vivacità. E tocca punti essenziali.
Le mando i miei auguri grati
Giuseppe Pontiggia

Nel secondo scritto, datato 4 giugno 2001, si legge:


Caro Ruocco,
Le sono grato della Sua lettera e della nuova recensione. Anche questa, nel suo taglio efficace, è precisa e utile al lettore. Cosa rara.
A presto. Le mando i miei auguri e i miei saluti più cordiali
Giuseppe Pontiggia

Che Signore d’altri tempi che era Pontiggia!

Commenti

Post popolari in questo blog

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Maschio Alfa. I volti di Cristo

Fontana e la mascherina