Passa ai contenuti principali

Guardo solo le figure | Testi vs Immagini

Ho l’impressione, forse erronea, che i testi, specie quelli di una certa lunghezza, siano sempre meno capiti dai navigatori medi del Web.
Una diffusa incapacità di comprensione che salta agli occhi leggendo i commenti generati da scritti di una certa complessità.

Forse, le ragioni di tale preoccupante difficoltà di interpretazione andrebbero ricercati
> sia nella sempre maggiore bassa scolarizzazione di chi “abita” il Web; 
> sia nell'analfabetismo di ritorno assai diffuso in Italia;
> e sia nel fatto che leggere un testo lungo sugli schermi degli smartphone non è l’ideale in quanto, per varie ragioni, si rischia di perdere spesso la concentrazione necessaria per comprendere concetti complessi.

Ciò detto, forse non è un caso che sul Web spopolino le immagini.
Le ragioni di tale successo sono molteplici. 
Tra esse ricordo:
> il potere evocativo ed esplicativo delle immagini;
> il fatto che, generalmente, esse possono essere comprese in ogni parte del globo senza bisogno di traduzione;
> la rapidità e l’immediatezza della loro fruizione. 

Più di un servizio online si è da tempo reso conto della supremazia delle immagini sulle parole e più di un social sta tentando di correre ai ripari e riportare l’attenzione degli utenti sulla parola. 
Si pensi, ad esempio, agli status di Facebook e alla possibilità di “accompagnare” il testo del post con uno sfondo. Chiaramente è il tentativo di far sembrare brevi scritti più simili a immagini e, per questo, farli diventare più accattivanti per il navigatore medio.

Da diversi anni, io stesso, nel mio piccolo, diffondo dei testi/immagini che ho definito “pensierini a colori”. Modalità di comunicazione che trovo assai stimolante.

Ad ogni buon conto, mi resta la preoccupante sensazione che troppe persone siano tornate a una abitudine infantile e prescolare: quella di “guardare solo le figure”.
E ciò non è per nulla una buona cosa, perché, più delle immagini, sono soprattutto le parole organizzate in ragionamenti più o meno complessi a generare e mantenere vivo il pensiero critico.

Commenti

Post più letti

Parla Egisto: ho scelto!

Qualche giorno fa, correggendo il mio Parla Egisto, ero in dubbio se farne un libro, oppure pubblicarlo online a puntate, come se si trattasse di un blog (leggi). Non riuscivo a scegliere quale soluzione adottare, poi ho capito che la scelta giusta era, comunque, pubblicarlo. Ecco, allora che, da oggi, Parla Egisto è sia un libro cartaceo, sia un ebook.

Parla Egisto è disponibile su Amazon.it

Lavapiubianco

Pubblicato per la prima volta nel 1998 dalle Edizioni dell’Ariete di Siracusa, Lavapiubianco è il mio primo romanzo che, nel 2009, ho ripubblicato con Lulu.com sia in forma cartacea, sia come ebook.

Il romanzo narra la storia d'amore del protagonista per Lavapiubianco, una passione travolgente che non conosce ostacoli o barriere di sorta.




ORDINA IL LIBRO
Dalla rassegna stampa
ALESSANDRO RIZZO, in «Milk», 12 gennaio 2014.
6. A chi ha voluto rivolgersi Danilo Ruocco con “Lavapiubianco”? A tutti, ma soprattutto a quanti sono chiusi in una gabbia o si nascondono agli altri e a se stessi. Liberatevi e vivete in prima persona. Senza maschere e senza nascondervi. Vivete con il vostro nome e cognome. Siate la vostra Identità (con la I maiuscola).
ENRICO PROSERPIO, in «Culturaperta», 17 novembre 2009. "Lavapiubianco è un libro la cui narrazione veloce è zeppa di sessualità senza mai essere volgare. Il sesso, assolutamente libero e mercificato nella nuova società, diventa un mezzo di presa di …

Una app Android per Danilo Ruocco

Se hai uno smartphone e/o un tablet Android e vuoi ricevere in automatico sul tuo dispositivo gli ultimi post del blog Danilo Ruocco 2.0 ti potrebbe essere utile la app che metto a disposizione gratuitamente. Si tratta di un lettore di feed che puoi liberamente configurare secondo le tue esigenze. Una volta scaricata la app, per installarla ti ricordo che, sul tuo device Android, nelle Impostazioni/Protezione devi mettere un flag accanto a “Origini sconosciute” (che puoi togliere subito dopo che l’installazione è riuscita). Al primo avvio, la app scarica gli articoli disponibili. Poi, ogni volta che viene pubblicato un post, la app lo scaricherà in automatico e un messaggio ti segnalerà l’avvenuto aggiornamento.
______
Ultimo aggiornamento app: 07.10.18