Passa ai contenuti principali

Maschio Alfa. I volti di Cristo


Il secondo volume della serie “a-genere” Maschio Alfa è pronto e si intitola Maschio Alfa. I volti di Cristo.

Anche in questo nuovo libro, come già avevo fatto con Maschio Alfa. I corpi non mentono, ho voluto indagare il desiderio utilizzando uno stile diretto, fatto di frasi e paragrafi brevi, assai apprezzato dai lettori.
Nella parte narrativa ho sempre usato la prima persona singolare, spiegando la ragione nella Prefazione.

Ci tengo a specificare, anche se, forse, non ce ne sarebbe il motivo, che Gesù Cristo non è il protagonista di nessuno dei racconti presenti nel volume (tutti inediti). Al massimo fa un’apparizione, a volte del tutto inaspettata...

Maschio Alfa. I volti di Cristo è diviso in due sezioni: la prima si intitola Testi creativi, mentre la seconda semplicemente Saggi.

Ecco l’Indice del volume: 

Prefazione

Testi creativi:
Il figlio del papa
L’ultima preghiera
Cristo metropolitano
Jesus
Turno di notte

Saggi:
Il dio carnale di Pasolini

Il volume consta di 68 pagine in formato A5 (14.80 X 21 cm) ed è disponibile su AmazonLulu


Commenti

Post più letti durante la settimana

Il vizietto

Non so dire quante volte ho visto Il vizietto per la regia di Édouard Molinaro con Michel Serrault e Ugo Tognazzi. Trovo sia un vero capolavoro della cinematografia, ma fino a questa mattina non ne avevo mai fatto una recensione. Su Parole GLBT ho scritto la mia sul film.

Il mondo delle perfette cretine

Esiste un mondo, una “bolla” (come direbbero quelli bravi), popolato da perfette cretine.
È il mondo nel quale una donna, per il solo fatto di essere donna, è una principessa e/o una fatina buona priva di qualsiasi difetto e cattiveria. Perfetta in quanto donna.
È il mondo nel quale le donne, mentre si laccano le unghie parlando al telefono con le amiche, si lodano perché si riconoscono in grado di fare due cose contemporaneamente (ossia, appunto, laccarsi le unghie e parlare al telefono).
È il mondo in cui vengono bandite le parole “violente” dell’anatomia e sostituite con quelle tranquillizzanti della fanciullezza.  Un mondo in cui, quindi, risuonano leggiadre parole come “farfallina”, “patatina” e “passerina”.
Un mondo in cui non si entra mai nel merito delle cose, ma si preferisce liquidare le critiche accusando l’autore delle stesse di essere “misogino”, “violento”, “irrisolto”, “maschilista”, “brutale”... Un mondo, quindi, in cui la realtà dei fatti è bandita. E questo perché, se si ent…

La rispettabilità genera "doppi" | AMLETO

Ci sono romanzi talmente famosi che i loro titoli entrano, addirittura, nel linguaggio comune e le cui storie sono tanto note che si può avere la sensazione di averli già letti.
Uno di tali romanzi è sicuramente Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson che ieri ho letto e oggi recensito su AMLETO.