Di poche parole

Oggi, in stazione, un ragazzo
si è seduto al mio fianco.
È il tuo ritratto e gli ho sorriso.

“Io so chi è lei” ha detto.
“E io, forse, chi sei tu”.
“Per me è tutto ok”
e se ne è andato.

Di poche parole
come suo padre,
gli voglio già bene.

Commenti

Post più visti del mese

Il nome di Jack lo Squartatore

Luca Borromeo

Consigli per parlare in pubblico di Danilo Ruocco