Al me stesso di un tempo

Lacrime in attesa da anni
mi hanno percorso il volto
dense come il seme
di un uomo maturo.

E a ogni lacrima
ho dato un nome
e il ricordo di un tradimento,
di una ferita, di un abbandono.

La mano passata sul viso
ha cancellato i ricordi
e ho sorriso 
al me stesso di un tempo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Maschio Alfa. I volti di Cristo

Fontana e la mascherina