Passa ai contenuti principali

Difficile anche quando è semplice

Il cartello nella foto qui a fianco si trova all'interno di una grande e moderna struttura sanitaria, il nuovo ospedale di Bergamo.
Il cartello (un totem) indica la direzione da prendere per recarsi ai negozi presenti all'interno dell’ospedale.
Un elenco accompagnato da delle icone.

La presenza delle icone credo sia dovuta non a un’esigenza estetica/decorativa, ma a una volontà di essere espliciti nella comunicazione anche verso coloro che non comprendono bene la lingua italiana e, in un ospedale, per vari motivi, sono tante le persone che non la afferrano appieno.
Dunque, ben venga l’uso di icone chiare che semplificano ulteriormente un messaggio già di per sé semplice.

Eppure, chi ha confezionato il cartello ha deciso che accanto alle parole “bar” e “ristorante” non fosse necessario mettere delle icone.
Non si crede non ne abbia trovate di semplici e facilmente comprensibili da abbinare, in quanto una tazzina di caffè fumante per il bar e coltello e forchetta per il ristorante sarebbero state più che sufficienti...

Il perché le due parole non siano accompagnate da delle icone non si spiega neppure qualora la scelta di abbinare icone e testo fosse stata dettata da una esigenza decorativa…

Il caso specifico rende bene l'idea di quanto quello della comunicazione sia un mestiere difficile anche quando vanno comunicati messaggi assai semplici.

Non si contano, ad esempio, volantini pubblicitari di iniziative in cui mancano dati essenziali come numeri di telefono o siti web da cui recuperare altre informazioni o per mezzo dei quali prenotare; gli orari di inizio e di fine della manifestazione; l’indicazione dell’eventuale inaccessibilità del luogo da parte di persone portatrici di handicap…

Spesso tali mancanze sono dovute al fatto che chi confeziona i messaggi non ha ben presente la regola fondamentale della comunicazione: è il mittente del messaggio che ha la responsabilità di trasmettere un messaggio chiaro e completo senza costringere il destinatario del medesimo a esercizi interpretativi!

Una regola che sembra di semplice attuazione, ma che, evidentemente, dà del filo da torcere a molti…

Commenti

Post più letti

Parla Egisto: ho scelto!

Qualche giorno fa, correggendo il mio Parla Egisto, ero in dubbio se farne un libro, oppure pubblicarlo online a puntate, come se si trattasse di un blog (leggi). Non riuscivo a scegliere quale soluzione adottare, poi ho capito che la scelta giusta era, comunque, pubblicarlo. Ecco, allora che, da oggi, Parla Egisto è sia un libro cartaceo, sia un ebook.

Parla Egisto è disponibile su Amazon.it

Lavapiubianco

Pubblicato per la prima volta nel 1998 dalle Edizioni dell’Ariete di Siracusa, Lavapiubianco è il mio primo romanzo che, nel 2009, ho ripubblicato con Lulu.com sia in forma cartacea, sia come ebook.

Il romanzo narra la storia d'amore del protagonista per Lavapiubianco, una passione travolgente che non conosce ostacoli o barriere di sorta.




ORDINA IL LIBRO
Dalla rassegna stampa
ALESSANDRO RIZZO, in «Milk», 12 gennaio 2014.
6. A chi ha voluto rivolgersi Danilo Ruocco con “Lavapiubianco”? A tutti, ma soprattutto a quanti sono chiusi in una gabbia o si nascondono agli altri e a se stessi. Liberatevi e vivete in prima persona. Senza maschere e senza nascondervi. Vivete con il vostro nome e cognome. Siate la vostra Identità (con la I maiuscola).
ENRICO PROSERPIO, in «Culturaperta», 17 novembre 2009. "Lavapiubianco è un libro la cui narrazione veloce è zeppa di sessualità senza mai essere volgare. Il sesso, assolutamente libero e mercificato nella nuova società, diventa un mezzo di presa di …

Una app Android per Danilo Ruocco

Se hai uno smartphone e/o un tablet Android e vuoi ricevere in automatico sul tuo dispositivo gli ultimi post dei blog Danilo Ruocco 2.0 e Spazio Ruocco ti potrebbe essere utile la app che metto a disposizione gratuitamente. Si tratta di un lettore di feed che puoi liberamente configurare secondo le tue esigenze. Una volta scaricata la app, per installarla ti ricordo che, sul tuo device Android, nelle Impostazioni/Protezione devi mettere un flag accanto a “Origini sconosciute” (che puoi togliere subito dopo che l’installazione è riuscita). Al primo avvio, la app scarica gli articoli disponibili. Poi, ogni volta che viene pubblicato un post in uno dei due blog, la app lo scaricherà in automatico e un messaggio ti segnalerà l’avvenuto aggiornamento.
______
Ultimo aggiornamento app: 07.10.18