Passa ai contenuti principali

Quanto tempo deve passare prima di dirsi Ti amo?

Ora sei tu che mi chiedi di bendarti. Ti fidi. Ti piace.
Ti lego i polsi. Ti tocco il sesso.
Mi resta sulle mani il tuo odore. Lo annuso. Ti lecco.
Quanto tempo deve passare prima di dirsi Ti amo?

Non uso parole alla cazzo. Non dico tanto per dire.
Accanto a te mi emoziono. Sto bene.
Torno bambino. Divento padre.
Voglio vederti dormire.
Voglio svegliarmi al tuo fianco.
Quanto tempo deve passare prima di dirsi Ti amo?

Ci raccontiamo i ricordi più intimi.
Le prime volte e le ferite del cuore.
Ci diciamo le nostre speranze, le gioie, i desideri.
Ci sussurriamo le fantasie più spinte.
Le nostre lingue si uniscono.
Torniamo a donarci il piacere.
Quanto tempo deve passare prima di dirsi Ti amo?

Entri in casa e mi baci. Ti spoglio. Mi succhi.
Nudi siamo veri e belli da togliere il fiato.
Senza imbarazzi i nostri corpi si incontrano.
I respiri si fanno brevi e cresce la voglia di unirsi.
Mi accogli in te e mi sento tuo.
Quanto tempo deve passare prima di dirsi Ti amo?

Guardo la pioggia cadere sul tetto
e mi chiedo se
mi stai pensando.

________

Leggi anche Le mutande restano sul pavimento

Commenti

Post più letti durante la settimana

Come già sono

Conservo le foto che mi mandi: coprono la distanza, leniscono l’assenza.
Sei l’imprevisto che in silenzio attendevo;la giovane follia chemi emoziona.
Non sarò maicome mi sogni, perché mi vuoi come già sono.

La rispettabilità genera "doppi" | AMLETO

Ci sono romanzi talmente famosi che i loro titoli entrano, addirittura, nel linguaggio comune e le cui storie sono tanto note che si può avere la sensazione di averli già letti.
Uno di tali romanzi è sicuramente Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson che ieri ho letto e oggi recensito su AMLETO.

Gli occhiali d'oro di Bassani

La prima volta che ho letto Gli occhiali d'oro di Giorgio Bassani ero un ragazzo: avevo 18 anni ed ero stato spinto alla lettura del romanzo dall'uscita del film di Giuliano Montalto.
Ho riletto il libro e l'ho - nuovamente - trovato un capolavoro assoluto. Ne ho scritto su Parole GLBT.
Credo che prossimamente rivedrò pure il film...