Come uscire da Facebook mantenendo il proprio account



Capita di non trovarsi più bene in un posto, magari frequentato senza problemi per anni.

A me, ultimamente, è capitato troppo spesso di sentirmi fuori luogo su Facebook. 

Allora ho deciso di uscirne, non senza, per mesi, aver tentato, senza successo, di modificare le cose.


Uscire da Facebook può essere semplicissimo se non si ha necessità di conservare il proprio account: basta andare nelle impostazioni e cancellare l’account e il problema è risolto.


Più complicato, invece, se si ha l’esigenza di mantenere attivo il proprio account.

L’account attivo può servire, ad esempio, per gestire le Pagine Facebook di cui si è amministratori.

Oppure per accedere a quei servizi ai quali ci si era registrati usandolo come credenziale. 

O, anche, per mantenere il controllo sul proprio nome.


Per mantenere attivo il mio account, ho preferito percorrere una strada diversa da quella “canonica” e ho agito come segue:

— Nelle impostazioni ho settato tutto ciò che era possibile settare con l’opzione “Solo io”. Dove l’opzione non c’è, ho scelto “Amici”.

— Ho settato i post pubblicati in questi anni di mia permanenza nel social come visibili solo agli “Amici”. Poi, con tutta calma, li cancellerò.

— Ho cancellato tutti gli “Amici”, soprattutto per non avere la tentazione di rientrare nella piattaforma per leggere i loro post (cosa che renderebbe del tutto inutile la decisione di uscire da Facebook) e per non ricevere da loro né messaggi che chissà quando leggerei (ho da molti giorni disinstallato l’app Messenger dai miei device), né inviti a entrare in Gruppi o seguire Pagine che sarei costretto a rifiutare.


Come detto all’inizio, la mia decisione di uscire da Facebook è arrivata solo dopo molti tentativi di cambiare le cose.

Tentativi che, mi spiace ammetterlo, ho avuto l’impressione che Facebook non tenesse in alcun conto.


Fortunatamente, esistono molte valide alternative a Facebook!


Commenti

Post più visti del mese

Uguale non vuol dire Identico | Si è uguali se si è unici

Tatiana Pavlova

La gestione del materiale