Passa ai contenuti principali

Un utile manuale per professionisti che pubblicano nel Web

Chi, da professionista, utilizza il Web per pubblicare notizie o contenuti propri non può prescindere dalla conoscenza dei social network e dall’utilizzo giornalistico che se ne può fare.

Barbara Sgarzi in Social Media Journalism edito da Apogeo ha, come recita il sottotitolo del volume, approntato un manuale per definire Strategie e strumenti per creatori di contenuti e news.
Si tratta di un saggio davvero ben fatto che, nonostante sia stato pubblicato a novembre del 2016, è ancora attuale in quanto, a parte il cambiamento di Twitter (che da 140 è passato a 280 caratteri) e di Storify che è in chiusura (cesserà le attività il 16 maggio 2018), gli strumenti in esso descritto sono tutti up to date.

Nel volume l’Autrice dà utili suggerimenti per ogni strumento analizzato, descrivendone i possibili utilizzi sia in fase di reperimento delle notizie, sia in quella della post-pubblicazione: ossia, per fare degli esempi, descrive come Twitter, Facebook o YouTube possono essere utilizzati sia per trovare materiali e mettersi in contatto con le fonti, e sia per mantenere viva la relazione con i propri lettori e diffondere i contenuti pubblicati.

Nel volume vengono analizzati i più importanti strumenti ora in circolazione: oltre ai social già citati, si descrivono gli utilizzi che sia i giornalisti e creatori di contenuti, sia le testate giornalistiche possono fare di Instagram, di Pinterest, di Periscope, di Snapchat e di LinkedIn o di app di messaggistica quali WhatsApp, Telegram e Messenger.
Ma si possono leggere anche validi consigli su uno strumento come la newsletter che sta tornando prepotentemente d’attualità.

Ma la validità del libro della Sgarzi si misura anche nei capitoli dedicati al fact checking (ossia la verifica e il controllo delle fonti); alla web reputation e alla content curation (ovvero la selezione e l’organizzazione dei contenuti propri e altrui disponibili online, al fine di creare nuovi contenuti che aiutino i propri lettori a farsi un’idea più precisa su un determinato argomento o fatto accaduto o in via di svolgimento).

Un manuale, quindi, quello della Sgarzi di cui si consiglia attenta lettura sia che si sia un creatore di contenuti, sia che si sia un giornalista.

Social Media Journalism è disponibile su Amazon 

Commenti

Post più letti

Parla Egisto: ho scelto!

Qualche giorno fa, correggendo il mio Parla Egisto, ero in dubbio se farne un libro, oppure pubblicarlo online a puntate, come se si trattasse di un blog (leggi). Non riuscivo a scegliere quale soluzione adottare, poi ho capito che la scelta giusta era, comunque, pubblicarlo. Ecco, allora che, da oggi, Parla Egisto è sia un libro cartaceo, sia un ebook.

Parla Egisto è disponibile su Amazon.it

Lavapiubianco

Pubblicato per la prima volta nel 1998 dalle Edizioni dell’Ariete di Siracusa, Lavapiubianco è il mio primo romanzo che, nel 2009, ho ripubblicato con Lulu.com sia in forma cartacea, sia come ebook.

Il romanzo narra la storia d'amore del protagonista per Lavapiubianco, una passione travolgente che non conosce ostacoli o barriere di sorta.




ORDINA IL LIBRO
Dalla rassegna stampa
ALESSANDRO RIZZO, in «Milk», 12 gennaio 2014.
6. A chi ha voluto rivolgersi Danilo Ruocco con “Lavapiubianco”? A tutti, ma soprattutto a quanti sono chiusi in una gabbia o si nascondono agli altri e a se stessi. Liberatevi e vivete in prima persona. Senza maschere e senza nascondervi. Vivete con il vostro nome e cognome. Siate la vostra Identità (con la I maiuscola).
ENRICO PROSERPIO, in «Culturaperta», 17 novembre 2009. "Lavapiubianco è un libro la cui narrazione veloce è zeppa di sessualità senza mai essere volgare. Il sesso, assolutamente libero e mercificato nella nuova società, diventa un mezzo di presa di …

Una app Android per Danilo Ruocco

Se hai uno smartphone e/o un tablet Android e vuoi ricevere in automatico sul tuo dispositivo gli ultimi post del blog Danilo Ruocco 2.0 ti potrebbe essere utile la app che metto a disposizione gratuitamente. Si tratta di un lettore di feed che puoi liberamente configurare secondo le tue esigenze. Una volta scaricata la app, per installarla ti ricordo che, sul tuo device Android, nelle Impostazioni/Protezione devi mettere un flag accanto a “Origini sconosciute” (che puoi togliere subito dopo che l’installazione è riuscita). Al primo avvio, la app scarica gli articoli disponibili. Poi, ogni volta che viene pubblicato un post, la app lo scaricherà in automatico e un messaggio ti segnalerà l’avvenuto aggiornamento.
______
Ultimo aggiornamento app: 07.10.18