Passa ai contenuti principali

Meno di 40


I 26 piccoli scritti che ho riunito sotto il titolo di Meno di 40 (editi da Lulu) me li porto dietro e dentro da anni. 
Meno di 40 raccoglie racconti, poesie, riflessioni e appunti di viaggio che ho redatto in periodi della mia vita molto distanti tra loro, a volte diversissimi tra loro, in cui non sempre vivere è stato semplice...

I 26 piccoli scritti che compongono Meno di 40 mi sono assai cari. 

Non solo perché tutti (anche quelli più sfrenatamente fantasiosi) sono legati indissolubilmente a precisi momenti della mia vita, ma anche e soprattutto perché di tratta di componimenti brevi, a volte brevissimi. 
Piccoli scritti, appunto, la cui misura breve sento particolarmente mia. 

Non arrivo ancora a scrivere per “frammenti”, ma è indubbio che più la frase, la poesia, la riflessione, il racconto sono brevi e più riconosco di essere riuscito a esprimere con chiarezza quanto avevo da dire.

I 26 piccoli scritti di Meno di 40 possono essere letti ognuno per se stesso, anche se io consiglio una lettura sequenziale, partendo dal primo per arrivare all'ultimo. Così facendo, può essere che si sveli una trama “altra”, mai esplicitata in alcuno degli scritti.

Buona lettura!

Meno di 40 è disponibile su Amazon.



Commenti

Post più letti durante la settimana

Come già sono

Conservo le foto che mi mandi: coprono la distanza, leniscono l’assenza.
Sei l’imprevisto che in silenzio attendevo;la giovane follia chemi emoziona.
Non sarò maicome mi sogni, perché mi vuoi come già sono.

La rispettabilità genera "doppi" | AMLETO

Ci sono romanzi talmente famosi che i loro titoli entrano, addirittura, nel linguaggio comune e le cui storie sono tanto note che si può avere la sensazione di averli già letti.
Uno di tali romanzi è sicuramente Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson che ieri ho letto e oggi recensito su AMLETO.

Gli occhiali d'oro di Bassani

La prima volta che ho letto Gli occhiali d'oro di Giorgio Bassani ero un ragazzo: avevo 18 anni ed ero stato spinto alla lettura del romanzo dall'uscita del film di Giuliano Montalto.
Ho riletto il libro e l'ho - nuovamente - trovato un capolavoro assoluto. Ne ho scritto su Parole GLBT.
Credo che prossimamente rivedrò pure il film...