Passa ai contenuti principali

Delo


Tempio dedicato a Dioniso

A Delo, l’isola sacra degli antichi Greci, si può arrivare solo via mare. Per chi ha un minimo di immaginazione l’approdo è suggestivo: mentre il battello si avvicina, si fanno via via più definite le rovine dell’antica civiltà.

La prima considerazione è che doveva davvero essere un’isola fiorente; considerazione che viene confermata dalla visita all’isola. È un susseguirsi di resti di templi, di agorà più o meno grandi (pare che a Delo vi fosse il mercato di schiavi più importante dei tempi) e di abitazioni civili (le uniche che sono state rinvenute in tutta la Grecia).

Per chi ama visitare i siti archeologici, Delo è una meta obbligata: l’isola era votata innanzitutto al dio Apollo, ma in ragione del fatto che era considerata sacra da molti popoli antichi (al punto che sul suo suolo era proibito partorire e morire), vi si trovano i resti di templi dedicati anche ad altri dèi (egizi compresi e, d’altronde, non va dimenticato il fatto che una delle dinastie di faraoni più nota – i Tolomei – era di origine greca).

I resti che si ammirano sono “ridotti male”: per circa un millennio Delo è stata lasciata nelle mani di predoni senza scrupoli che l’hanno utilizzata come cava di marmo a cielo aperto e così le sue rovine sono state razziate un po’ da tutti.

Bellissima la vista che si gode da alcuni di tali rovine, come – ad esempio – dal teatro che “affaccia” sul mare.

L’isola, ora, è brulla e disabitata e la visita agli scavi può risultare faticosa per due motivi: il sole che picchia impietoso e l’assoluta mancanza di un punto ristoro (cui sarebbe facile rimediare).

Il museo archeologico (ingresso gratuito) è poco organizzato e complessivamente deludente e manca di un bookshop nel quale comprare materiale informativo e gadget vari.

Se ci si trova nelle Cicladi, Delo è una tappa da non mancare.

Commenti

Post più letti

Parla Egisto: ho scelto!

Qualche giorno fa, correggendo il mio Parla Egisto, ero in dubbio se farne un libro, oppure pubblicarlo online a puntate, come se si trattasse di un blog (leggi). Non riuscivo a scegliere quale soluzione adottare, poi ho capito che la scelta giusta era, comunque, pubblicarlo. Ecco, allora che, da oggi, Parla Egisto è sia un libro cartaceo, sia un ebook.

Parla Egisto è disponibile su Amazon.it

Lavapiubianco

Pubblicato per la prima volta nel 1998 dalle Edizioni dell’Ariete di Siracusa, Lavapiubianco è il mio primo romanzo che, nel 2009, ho ripubblicato con Lulu.com sia in forma cartacea, sia come ebook.

Il romanzo narra la storia d'amore del protagonista per Lavapiubianco, una passione travolgente che non conosce ostacoli o barriere di sorta.




ORDINA IL LIBRO
Dalla rassegna stampa
ALESSANDRO RIZZO, in «Milk», 12 gennaio 2014.
6. A chi ha voluto rivolgersi Danilo Ruocco con “Lavapiubianco”? A tutti, ma soprattutto a quanti sono chiusi in una gabbia o si nascondono agli altri e a se stessi. Liberatevi e vivete in prima persona. Senza maschere e senza nascondervi. Vivete con il vostro nome e cognome. Siate la vostra Identità (con la I maiuscola).
ENRICO PROSERPIO, in «Culturaperta», 17 novembre 2009. "Lavapiubianco è un libro la cui narrazione veloce è zeppa di sessualità senza mai essere volgare. Il sesso, assolutamente libero e mercificato nella nuova società, diventa un mezzo di presa di …

Una app Android per Danilo Ruocco

Se hai uno smartphone e/o un tablet Android e vuoi ricevere in automatico sul tuo dispositivo gli ultimi post dei blog Danilo Ruocco 2.0 e Spazio Ruocco ti potrebbe essere utile la app che metto a disposizione gratuitamente. Si tratta di un lettore di feed che puoi liberamente configurare secondo le tue esigenze. Una volta scaricata la app, per installarla ti ricordo che, sul tuo device Android, nelle Impostazioni/Protezione devi mettere un flag accanto a “Origini sconosciute” (che puoi togliere subito dopo che l’installazione è riuscita). Al primo avvio, la app scarica gli articoli disponibili. Poi, ogni volta che viene pubblicato un post in uno dei due blog, la app lo scaricherà in automatico e un messaggio ti segnalerà l’avvenuto aggiornamento.
______
Ultimo aggiornamento app: 07.10.18