Io sono quel lampadario

Oggi, leggendo il libro Il mestiere di scrivere di Luisa Carrada mi sono imbattuto in una frase che mi ha fatto molto riflettere. La frase in questione è una delle motivazioni che l'autrice del libro cita per scrivere un blog: “una sfida a diventare una persona più simile a come ti vedi” (p. 111).
Io che di blog ne scrivo diversi, mi sono subito interrogato chiedendomi come mi vedo. Poi mi sono anche chiesto come mi vedono gli altri e, infine, non so perché, mi sono ricordato che chi cerca “lampadario” sui motori di ricerca, finisce sul mio sito personale. Anzi, “lampadario” è una delle motivazioni più forti che spingono gli sconosciuti a venire sul mio sito.
Allora mi sono detto: “Io sono quel lampadario”! e mi sono stupito di non esserci arrivato prima. Infatti, come quel lampadario io sono (mi vedo):
  • essenziale
  • semplice
  • diretto
  • funzionale
  • liscio
Anche la mia scrittura la vedo così.
Inoltre, come quel lampadario desidero essere visibile e mi piacerebbe potere aiutare gli altri a vedere.

Post popolari in questo blog

Lavapiubianco

Una app Android per Danilo Ruocco