Memoria creativa

A volte, può capitare che un libro ci piaccia davvero molto, al punto che ci si identifica con uno dei personaggi.
A volte, può capitare che da quel libro che abbiamo amato, si tragga un film, ben fatto, anche se non bello come il libro.
Al termine del film, può capitare di chiedersi perché il regista abbia terminato la storia in quel punto e non l’abbia portata a termine. 
Poi, presi dal dubbio, si torna alle ultime pagine del libro e si scopre che il regista ha posto la parola “fine” là dove la poneva l’autore.
A volte può capitare di avere una “memoria creativa”: una memoria che – aiutata dalla fantasia e dalla vita reale – porta avanti autonomamente la storia scritta dall’autore solo fino a un certo punto.

Post popolari in questo blog

Lavapiubianco

Una app Android per Danilo Ruocco