Il rito


Versiamo miele nel vino
e il vino sui corpi.
Gli incensi saturano l’aria.
Il mio odore si confonde col tuo.
Dimentichiamo il pudore
e ci doniamo al Piacere:
Dioniso chiede un tributo.

Le torce ci illuminano e
ci guardano occhi invasati.
Ci uniamo al suono dei tamburi
e nell’estasi invochiamo Dioniso.

Il rito prosegue e
il giovane corpo 
si unisce ai nostri.
Lo iniziamo ai Misteri.
Sussulta, gioisce e 
giura eterna ubbidienza.
Assieme veneriamo Dioniso.

L’alba ci accoglie stremati
e cullati dal canto
ci abbandoniamo al sonno.

_________
Leggi anche: E sarai fiero di me

Post popolari in questo blog

Lavapiubianco

Una app Android per Danilo Ruocco