Sul ponte di Londra


Mi hai chiamato da Londra. 
Eri sul ponte e hai avuto paura.
La tua voce tremava ancora.
Sei stato sfiorato dalla Morte.

“Correva armato verso di noi. 
Mi sono pisciato nelle mutande.
Pensare che per mio figlio
sono un eroe!”. Ridi amaro.
E dopo un breve silenzio
“Mi vergogno tanto”.
_________________
Leggi tutto il Romanzetto