Chi crede in dio è sano di mente?

Trovo davvero difficile capire come sia possibile che, ancora oggi, ci sia chi crede convintamente nell'esistenza di un dio.
Chi non ha il minimo dubbio.
Chi ha una fede incrollabile, irragionevole.

Mi chiedo sempre cosa spinga tali persone a persuadersi che un dio esista e decida delle loro vite.
Mi interrogo su come facciano a non scontrarsi con la ragione, con il dubbio, con la realtà fattuale.
E mi domando, anche, se chi crede di aver ricevuto da dio una missione da compiere possa davvero essere definito sano di mente.

Chi crede con convinzione nell'esistenza di dio è davvero sano di mente?