Favorevole all'eutanasia per tutti

Sono sempre stato favorevole all’eutanasia e, più passa il tempo, più si rafforza la mia convinzione che essa sia, tra le altre cose, un atto di grande umanità nei confronti di persone che, specie se soffrono di un male incurabile, hanno il diritto a una morte che non li strazi e non tolga loro gli ultimi bagliori di dignità e lucidità.

Fino a oggi, ho sempre pensato, forse in modo superficiale, all’eutanasia come a una libera scelta di soggetti adulti.
Oggi, però, si è verificato in Belgio il primo caso di eutanasia concessa a un minore (diciassettenne) e ho riflettuto sulla questione, ribadendo il mio sì incodizionato alla possibilità di scegliere una morte dignitosa.

Anche i minori, infatti, soffrono in modo atroce quando colpiti da malattie che non lasciano alcuna speranza.
Anche i minori muoiono dilaniati e straziati da tali mali che, spesso, corrodono il corpo dall’interno.
Anche i minori sanno che dovranno morire a causa della loro malattia incurabile e sanno che la loro morte, se qualcuno non li aiuta ad andarse, non sarà priva di indescrivibili dolori.
Anche i minori possono scegliere la via di una fine che, almeno, non sia assurdamente e inutilmente dolorosa.

Chi, invece, parla e blatera di sacralità della vita e nega sia agli adulti, sia ai minori la possibilità di scegliere l’eutanasia, semplicemente è, per me, una persona priva di qualsiasi senso della pietà. 
___________________

Il 10 mag 2011 avevo spiegato in un video che ripropongo le mie ragioni a favore dell’eutanasia.