Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2016

Fiero e onorato

Immagine
Ci sono persone che apprezzo e stimo e con le quali è stato per me sempre un piacere e un onore poter lavorare. Una di tali persone è Edvige Invernici della U.I.L.D.M., una vera e propria colonna portante del volontariato bergamasco. Nel numero di febbraio (il 106esimo!) de “Il Jolly” (organo di informazione della U.I.L.D.M. di Bergamo) alle pagine 32 e 33 c’è un articolo co-firmato da me e da Edvige. Difficile descrivere quanto mi sento fiero per il fatto che la mia firma sia abbinata alla sua!
Grazie per l’onore, Edvige!

di doman non c'è certezza

Immagine

Oscar Wilde

Immagine
Oscar Wilde è stato un gigante della Letteratura e un uomo brillante e intelligente perseguitato dalla società per il suo stile di vita non convenzionale e per il suo rifiuto ad attenersi a regole assurde e ipocrite. Era sposato, aveva due figli e amava un ragazzo. Nelle sue opere e nelle sue conversazioni non si faceva scrupolo a sbertucciare i benpensanti e gli ipocriti. Gliela fecero pagare cara.
Recensioni alle opere

Oscar Wilde. Autobiografia di un dandyIl ritratto di Mr W.H.Verso il sole
Recensione alle opere attribuite Teleny
Recensioni a saggi su Wilde

Merlin Hollande, Album WildeAndré Gide, Gli ultimi anni di Oscar Wilde, dandy decadutoWilliam Badford a cura di Dossier Oscar WildeAlfred Douglas, Con Oscar Wilde
Recensioni a opere con Wilde
Gyles Brandreth, Oscar Wilde e i delitti a lume di candela

Credo nell'Amore

Immagine
Credo nell'Amore. Nonostante tutto, credo ancora nell'Amore. Nonostante le disillusioni; le sofferenze; le rotture; i pianti. Credo ancora nell’Amore.
Il mio fuoco non si è ancora spento. So che sono sempre in grado di poter amare. So che sono sempre pronto ad accogliere.  A costruire.  A donarmi.
Credo nell’Amore. E non smetto di cercare. Anche se sono ormai un uomo maturo.
Anche se ho il cuore ferito.

Giuseppe Verdi

Immagine
Giuseppe Verdi fu uomo di teatro in senso moderno, capace di pensare l’evento spettacolare sotto ogni suo aspetto: musicale, letterario e visivo. In tal senso è da includere tra la schiera dei proto-registi.
Scrisse in collaborazione e senza i suoi librettisti non avrebbe scritto le opere che ha scritto, come, d’altra parte, senza Verdi, i librettisti non avrebbero scritto quei libretti.  Di più: paradossalmente, senza l’ingerenza della censura – che nel corso dell’Ottocento interveniva pesantemente già in fase creativa – Verdi e i suoi librettisti sarebbero giunti a creare opere a volte quasi completamente diverse da quelle che invece hanno lasciato.
Saggi su Giuseppe Verdi 
Verdi, Piave e Rigoletto
Recensioni a spettacoli dalle opere

Rigoletto regia di Ivan Stefanutti La Traviata regia di Richard Eyre La Traviata regia di Paolo Panizza Rigoletto regia di Ivan Stefanutti