Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

Mi si spia

La Politica è Mediazione

Immagine
Saper mediare è un’arte di cui il politico dovrebbe essere esperto.
Infatti, i politici, partendo da posizioni a volte assai distanti, dovrebbero, per il bene di tutta la comunità e non solo della parte che rappresentano, sapere trovare i punti di convergenza tra le varie esigenze, in modo da emanare leggi equilibrate, proprio perché rispettose delle istanze di tutti i cittadini.
Regole condivise sono più facili da rispettare, perché nessuno le percepisce come imposte dalla parte avversa, ma come frutto di una mediazione capace di guardare alle giuste richieste e ai bisogni di tutte le parti.
Mediare dà la possibilità a tutti i soggetti di portare il proprio contributo alla costruzione del futuro e alla gestione del presente della comunità. Significa, in altre parole, dare valore e realizzare nel concreto una democrazia.
Legiferare e governare senza mediare tra le parti, senza tenere conto delle necessità delle minoranze, significa, invece, tirannegiare.
Ottenere la maggioranza dei voti al…

Il mio ateismo

Immagine
Alcuni atei vivono con l’incubo di essere sconfessati, ovvero che si dimostri loro che un Dio esiste. Essi, infatti, sarebbero pronti ad abbracciare la fede se solo li si riuscisse a convincere dell’esistenza di un Dio.
Altri atei fanno del loro ateismo una religione e sono pronti a combattere per essa contro le altre religioni, quelle che gestiscono il culto di un Dio. Il mio ateismo è differente: infatti, mi lascia del tutto indifferente sapere se esiste o meno un Dio. Sono convinto che se anche un Dio desse evidente prova della sua esistenza, ciò non sarebbe sufficiente perché, in automatico, io ne diventassi un fedele devoto. Questo perché io non ho, né ho mai avuto, la propensione alla fede e al culto del divino.