Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Oro e incenso

Lo ammetto: quando mi aveva invitato a cena a casa sua, la mia fantasia era subito corsa al dopocena, visualizzando scene di sesso orgiastico e rovente. Ero carico di aspettative e anche un po’ agitato: indeciso su tutto, neanche fossi stato un ragazzino al primo appuntamento. Nella mia indecisione avevo finito per non decidere su alcuni dettagli e, per fare un esempio, mi presentai da lei con in mano un mazzo di fiori di campo, una bottiglia di rosso e una scatola di praline al cioccolato, perché non avevo saputo quale delle opzioni privilegiare. Quando aprì la porta e mi vide carico di doni, sorrise ed escalmò: «Ma oggi non è Natale!». La sua voce calda e sensuale mi confuse e, allungandole i fiori, seppi solo risponderle: «Sono per te». «E le praline e la bottiglia te le tieni tu?» «Sono uno sciocco e tu sei elegantissima» aggiunsi mentre appoggiavo il vino sulla tavola apparecchiata sobriamente, ma con gusto, e le porgevo la scatola di ciocc…