Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2011

Mancava poco a mezzanotte

Mancava poco a mezzanotte e qualcuno iniziò bussare contro lo scafo della nave.
Era inequivocabilmente un bussare.
Fui preso alla sprovvista e caddi nel panico.
- Lo senti anche tu?- chiesi al mio vice. Annuì sbalordito.
Chiamai Terra: - Sentiamo bussare sullo scafo della nave - annunciai convinto che sarei stato preso per pazzo.
- Controlliamo la vostra posizione e... Cazzo! Un veicolo staziona a 15 metri da voi! - mi sentii rispondere. Pensai a una burla.
- Terra, ma avete capito quanto vi ho trasmesso? Qualcuno sta bussando sullo scafo della nave!-
- Positivo. Trovate un punto di osservazione e riferite -
Restai qualche secondo immobile. Quasi non respirai. La loro richiesta era inverosimile, eppure assolutamente razionale. Conseguente sia alle informazioni che avevo dato loro, sia ai dati che i sensori inviavano direttamente ai loro monitor.
Scambiai un’occhiata di intesa con il mio vice e galleggiammo fino alla torretta di osservazione.
- Cristo!- esclamai e riaccesi il collegamento con la…

Raccontami una fiaba

Immagine
La lettura di un bel racconto di John Fante, Rapimento in famiglia, mi ha fatto tornare alla memoria un aneddoto che mia madre mi ha raccontato più di una volta. Avrò avuto sì e no 6/7 anni e mia madre iniziò a raccontarmi una fiaba con il preciso intento di intrattenermi e distrarmi. A un certo punto la interruppi e le rimproverai che non era capace di raccontare le favole. Le proposi, quindi, di scambiarci di ruolo: io avrei raccontato e lei avrebbe ascoltato. Lei accettò incuriosita e sbalordita. Da quel giorno fu lei a chiedermi di raccontarle una fiaba. Forse, il mio percorso di narratore inizia allora...

Creatore di contenuti

Immagine
Fino a qualche tempo fa mi definivo semplicemente “scrittore”. Poi, per definirmi, ho iniziato a usare la parola “giornalista”. Non so perché ma non ho mai usato la parola “blogger” per indicare me stesso. Ora inizio a pensare a me come a un “creatore di contenuti”. Potrei usare il più comune “autore”, ma, lo ammetto, il termine di dà soggezione. “Creatore di contenuti” e non più (e non solo) “scrittore”, perché i miei contenuti non prendono vita solo grazie alla parola scritta. “Creatore di contenuti” e non più (e non solo) “giornalista”, perché i mie contenuti non sono solo frutto del lavoro giornalistico. “Creatore di contenuti” sembra generico, ma, paradossalmente, oggi è, per me, la definizione più appropriata.